Sviluppo Sostenibile

ARTHUR ERRE

IL NOSTRO IMPEGNO

Il contributo di Arthur Erre allo sviluppo sostenibile si fonda sulla nostra sensibilità personale verso questo tema e sui valori trasmessi, di generazione in generazione, dagli artigiani che partecipano alla nostra maison e alla creazione dei nostri oggetti: valori di cui siamo a nostra volta portatori.

Le nostre radici parlano di responsabilità verso il pianeta e gli esseri umani.

Il nostro sogno è infatti quello di lasciare un’impronta positiva in quella parte di mondo che riusciremo a raggiungere.

In un mondo che ha conosciuto un’accelerazione mai vista prima, noi crediamo che sia opportuno rallentare un po’ il passo per fare meglio.

Per questo rispettiamo il tempo dei cicli della natura e i tempi delle nostre persone, affinché esse possano lavorare senza stress e con piacere, offrendo il meglio delle loro capacità.

E’ lavorando così che rispettiamo le risorse naturali, creiamo capi originali e di altissima qualità.

Gli uomini e le donne che ci affiancano, le comunità in cui ci inseriamo e i materiali provenienti dal nostro ambiente naturale rappresentano, da sempre, i nostri compagni di viaggio.

E oggi più che mai sono al centro delle nostre attenzioni e del nostro processo di crescita.

COTONE BIO

Il cotone biologico è un forma di cotone coltivata seguendo le regole dell’agricoltura biologica, esattamente come avviene per i prodotti alimentari. Alla base di una certificazione tessile, che attesti l’origine biologica del tessuto, c’è l’esclusione di pesticidi, fertilizzanti, diserbanti e molte altre sostanze nocive, comunemente utilizzate nella filiera di produzione.

Anche la riduzione della quantità di acqua e delle risorse energetiche utilizzate contribuiscono a migliorare la qualità del terreno e dell’ambiente, evitando la contaminazione dell’acqua e conservandone la biodiversità.

La coltivazione di cotone biologico è sostenibile, ecologica ed etica sia per l’ambiente che a livello sociale. Per tutte, si dovrebbe essere più consapevoli che l’utilizzo del cotone è una delle principali cause dell’inquinamento ambientale globale?

Le sostanze nocive, infatti, come antiparassitari, resine, metalli pesanti e solventi tossici utilizzati nella produzione e lavorazione del cotone standard persistono nel tessuto anche dopo il lavaggio: con il passare del tempo una parte di queste sostanze viene assorbita dalla nostra pelle e un’altra parte viene rilasciata nelle acque ad ogni lavaggio.

IL PIANETA

Nelle nostre collezioni utilizziamo solo fibre naturali provenienti da colture certificate BIO perché riteniamo doveroso un approccio più rispettoso verso l’ambiente, il pianeta e, nondimeno, la salute di tutti gli operatori e i clienti.

Il risultato di questa nostra scelta è un cotone di ottima qualità, particolarmente morbido al tatto e che, nello specifico, garantisce una durata nel tempo certamente maggiore rispetto agli standard cui siamo abituati.

LE COMUNITÀ

Promuovere la diffusione delle colture biologiche significa minor impoverimento dei terreni e meno rischi per la salute degli agricoltori e, più in generale, di tutti gli abitanti del territorio ove avviene la coltivazione e del pianeta stesso.

Anche la sola rinuncia dell’utilizzo, nel ciclo della coltivazione BIO,  degli anticrittogamici e degli antiparassitari (che di per sé rappresenta solo una piccola parte delle migliorie poste a fondamento delle coltivazioni BIO) è in generale un innegabile vantaggio a favore della biodiversità del territorio, del pianeta e del benessere di tutti i suoi abitanti.

CARBON NEUTRAL CHALLANGE

PAGINA IN ALLESTIMENTO

Climate Week NYC è un evento che si svolge ogni anno a New York City dal 2009.

Il vertice si svolge a fianco dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e riunisce leader internazionali di imprese, governo e società civile per un confronto sui temi delle ricerche scientifiche e degli studi sull’effetto dell’inquinamento globale sul clima, nonché sui possibili rimedi.